Termalismo e patologie infiammatorie delle alte e basse vie respiratorie

Il Convegno ha lo scopo di aggiornare soprattutto i Medici di Medicina Generale e gli Specialisti in Otorinolaringoiatria, Audiologia, Pediatria e in Malattie dell’Apparato Respiratorio sulle evidenze scientifiche alla base dei trattamenti termali preventivi e terapeutici nelle più comuni affezioni delle vie respiratorie e dell’unità rino-faringo-tubarica.

Talora tali trattamenti non sono sufficientemente conosciuti dai Medici perché, di norma, non adeguata attenzione viene riservata al Termalismo nell’ambito dei Corsi di Laurea e di Specializzazione.

La necessità di informazione ed aggiornamento deriva anche dal fatto che, pur essendo una pratica terapeutica con almeno oltre duemila anni di dimostrata utilizzazione, il Termalismo nel tempo si è rinnovato, assumendo la stessa dignità clinico-scientifica degli altri settori della Medicina.

Questo Convegno vuole evidenziare le opzioni terapeutiche che la Medicina Termale offre per le patologie di interesse otorinolaringoiatrico e pneumologico, campi ai quali soprattutto le Terme di Margherita di Savoia e quelle di Santa Cesarea danno particolare attenzione favorendo ricerche cliniche e di base.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha ampliato la definizione del concetto di Salute ed ha sollecitato gli Stati ad una maggiore presa di coscienza del “diritto alla salute” e del “bisogno di salute” dei cittadini, per i quali è ancora necessaria una più attenta politica sanitaria, con maggiore impiego di risorse nel campo della prevenzione primaria e secondaria e dei rimedi naturali, soprattutto nei periodi dell’infanzia e della senescenza.

Gli stabilimenti termali sono chiamati a dare un importante contributo a questa attuale filosofia di vita. Questo Convegno si prefigge, quindi, di coinvolgere la classe medica nei percorsi gestionali delle suddette patologie, tra le più diffuse, con il precipuo obiettivo di migliorare la qualità di vita dell’individuo e meglio utilizzare le risorse economiche dell’intera collettività.